A scuola di primo soccorso

Data:

martedì, 05 giugno 2018

Argomenti
Notizia

 

Venerdì 13 aprile, noi alunni delle prime medie di Dogliani, siamo andati in aula Magna per incontrare i volontari del primo soccorso. Quando siamo entrati c’era Daniela, una volontaria, che si è presentata.

In primo luogo ci ha spiegato cosa fanno, cioè soccorrono le persone ferite o malate.

Dopodiché ci ha spiegato che cosa è la catena della sopravvivenza che è composta da quattro anelli: chiamata all’ 1-1-2, manovre del soccorso, il DAE (defibrillatore automatico esterno) e l’arrivo in ospedale.

Subito dopo ci ha spiegato come reagire quando una persona sviene. Il 1° passaggio è controllare se ci risponde e se respira, il 2° è chiamare il numero 112, il 3° è fare il massaggio cardiaco per trenta volte, il 4° è controllare se la persona ha qualcosa in bocca e infine continuare a fare il massaggio fino all’arrivo dell’ambulanza.

A questo punto, finita la prima ora, abbiamo applicato i passaggi su di un manichino gonfiabile.

Alla fine dell’attività ci hanno divisi per classi per rispondere ad alcune domande.

È stata un’esperienza molto bella, interessante ed educativa.

M. Marovelli, M. Rinaldi – classe I A

 

I volontari ci hanno spiegato che il loro lavoro è quello di soccorrere le persone prima che arrivi l’ambulanza e di portare le persone anziane all’ospedale quando hanno bisogno.

Ci hanno detto che esiste una catena di sopravvivenza che noi dovremmo seguire alla lettera se vogliamo salvare la vita a una persona. Il primo anello consiste nel chiamare l’1,1,2, il secondo è quello della rianimazione cardio-polmonare, il terzo è quello del defibrillatore e il quarto è quello dell’arrivo in ospedale.

Inoltre ci hanno detto come agire quando una persona sviene o si fa tanto male da svenire. Come prima cosa bisogna vedere se non ci sono intorno pericoli per noi, poi chiamare la persona che è svenuta; se non ci risponde bisogna vedere se respira e poi chiamare l’1,1,2. Al telefono ci daranno delle istruzioni e ci faranno delle domande sulla persona svenuta e infine ci diranno di fare il massaggio cardiaco fino all’arrivo dell’ambulanza.

I volontari del primo soccorso ci hanno portato dei manichini con cui abbiamo provato a fare questo massaggio ed è stato molto bello e divertente.

Alla fine ci siamo divisi per classe e abbiamo fatto un gioco molto bello, che ci è servito per vedere se eravamo stati attenti durante la spiegazione.

M. Simionova – classe I A

Questo sito utilizza cookie tecnici per erogare i propri servizi e analizzare il traffico.

Altri dettagli